ricette

Ricetta della Crostata

today1 Dicembre 2023 5

Sfondo
share close

Mirco Perugini – Cuoco contadino a domicilio.

Eccomi di nuovo, come sempre un cordiale benvenuto a tutti gli ascoltatori di Radio Incontri. Sono sempre io, Mirko Perugini, il vostro cuoco contadino a domicilio. Se ancora non mi seguite, siete pregate di farlo sulla mia pagina Facebook Mirko Cuoco Contadino a Domicilio, dove troverete tutte le informazioni su chi sono e per rimanere sempre aggiornati su quello che faccio. All’interno di questa rubrica si parla di cucina e non solo. Anche di tradizioni legate al nostro territorio e tante tante curiosità. Finalmente è tornato il weekend, la settimana lavorativa, sperando sia stata soddisfacente per voi e alle porte, ci si appresta a vivere due giorni di relax. E pensavo, perché non addolcire questo fine settimana con la preparazione di una bella crostata? È uno dei dolci per eccellenza degli italiani, piace a grandi e piccoli, e magari se avete bambini in casa che vogliono divertirsi con voi nel prepararla, può darvi ancora più gusto e soddisfazione. Prima di darvi gli ingredienti per realizzarla, vi ricordo due cose fondamentali. La prima sono gli ingredienti. Mi raccomando, sceglieteli di qualità, non mi stancherò mai e poi mai di dirvelo. La seconda riguarda la spiegazione della ricetta. Se perdete qualche passaggio oppure non avete sicuro la ricetta, oppure non avete segnato tutto, basta andare su radioincontri.org oppure sull’app del cellulare Radioincontri in blu. Se non ce l’avete, scaricatela. Cliccando sulla lente di ingrandimento si aprirà la finestra di ricerca, ci scriverete ricetta e vi compariranno tutte quelle spiegate sino ad ora. Bene, ora passiamo agli ingredienti. Le dosi saranno per 10 persone più o meno. Vi serviranno due uova, come già spiegato, o biologiche o all’aperto, 100 grammi di zucchero semolato, 250 grammi di burro a temperatura ambiente, lievito in polvere per dolci, 8 grammi, farina 00, 500 grammi, la scorza grattugiata di un lumone non trattato, un pizzico di sale. Per la farcitura, marmellata, quella che vi piace di più, più o meno 350 grammi, ma se ne volete mettere di più, liberi di farlo. Oppure, se non volete farcire con la marmellata ma volete qualcos’altro, potete anche mettere una crema alla nocciola. Lo svolgimento è molto semplice. Se avete un’impastatrice domestica, mettete nella bulla della stessa il burro a temperatura ambiente, fatto a piccoli cubetti, la scorza di limone e lo zucchero. Montate la foglia e fate andare a velocità medio-bassa. Quando il tutto sarà una crema, aggiungete le due uova e il pizzico di sale. Quando questi ultimi saranno incorporati, unite la farina e il lievito setacciati. Mi raccomando. La planetaria dovrà essere sempre in funzione. Quando gli ingredienti saranno tutti incorporati tra di loro, il risultato che dovrete vedere sarà come di grosse briciole, grossi pezzi di impasto. Quindi trasferite il tutto su un piano di lavoro, e compattate il composto. Se non avete la planetaria, si può fare direttamente sul piano di lavoro, adagiando per prima cosa la farina, facendo una fontana, si rompono le uova dentro al buco della stessa, ci mettiamo il burro, il sale, il limone, lo zucchero, e si lavorano con le mani, qui serve olio di vomito, facendo sciogliere il tutto, senza incorporare la farina. Prima si aggiunge il lievito, quello che è nel mezzo, e si inizia ad incorporare la farina, fino a che il composto non sarà liscio e compatto. La frolla dovrà riposare in frigo per circa un’ora, così il burro rassoderà il tutto, e sarà più facile poi dopo lavorarla. Passato il tempo di relax, sia per la pasta sia per noi, prendiamo un foglio di carta forno. Si spolvera leggermente con della farina, ci si adagia i due terzi della frolla, e si stende con un mattarello, fino ad ottenere un’altezza di circa 5 mm. Cerchiamo di dargli una forma rotonda, se poi avete una placca quadrata, la fate quadrata, e la mettiamo in quest’ultima, cioè nella placca. Se l’avete rotonda, serve di circa 28 cm di diametro. Direttamente con la carta forno stessa, così in cottura non avete bisogno di una carta forno. Non avete bisogno di mettere sulla placca burro e farina. La carta forno vi aiuterà a non farla attaccare nella placca. Messa la pasta, mettiamo la marmellata o la crema di nocciola, quello che voi volete. Con il resto della pasta frolla faremo dei grossi spaghetti, tipo pisci per parlare in maniera toscana, che serviranno sia a decorare la superficie, sia a farci il cornicione del dolce. Quindi mettiamo 4 spaghetti per un verso, 4 per un altro, e il resto mettiamo intorno e facciamo il cornicione. Inforniamo a 180° per 35-40 minuti a forno statico, e trascorso il tempo facciamo raffreddare e vi godrete un gran bel dolce. Bene, anche la ricetta di oggi è terminata. Spero come sempre che sia stata di vostro gradimento. Continuate ad ascoltare Radioincontri per nuove ricette e curiosità, sempre qui dopo il GR Valdichiana. Un saluto dal vostro cuoco contadino a domicilio. Vi aspetto lunedì con una nuova ricetta. Buon fine settimana a tutti.

Scritto da: service

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


0%